Mostre: 50 foto di Tina Modotti a Trani, allestimento inedito – Puglia – ANSA.it

Tina Modotti. Opere dalla Galerie Bilderwelt’ è il titolo della mostra che sarà allestita a Palazzodelle Arti Beltrani a Trani (BAT) dal 7 dicembre 2019 al 6 gennaio prossimi, con 50 foto dallacollezione berlinese di Reinhard Schultz. (ANSA) Sorgente: Mostre: 50 foto di Tina Modotti a Trani, allestimento inedito –… Continue reading

Lucca spalanca le mura alla fotografia: al via la quarta edizione di Photolux Festival – ArtsLife | ArtsLife

Sorgente: Lucca spalanca le mura alla fotografia: al via la quarta edizione di Photolux Festival – ArtsLife | ArtsLife   Lucca spalanca le mura alla fotografia: al via la quarta edizione di Photolux Festival   * A Lucca torna Photolux Festival, la biennale che getta uno sguardo limpido sul panorama fotografico internazionale. Dal 16 novembre all’8 dicembre… Continue reading

Addio al fotografo Robert Freeman, storico collaboratore dei Beatles – R3M

Sorgente: Addio al fotografo Robert Freeman, storico collaboratore dei Beatles – R3M   ADDIO AL FOTOGRAFO ROBERT FREEMAN, STORICO COLLABORATORE DEI BEATLES SIMONE ESPOSITO09/11/20190 COMMENT036 Il fotografo Robert Freeman, autore di alcune storiche copertine dei Beatles, è morto ieri sera 8 Novembre a Londra. L’artista, ottantaduenne, negli anni sessanta ha collaborato ad… Continue reading

Guida a Paris Photo 2019

Sorgente: Guida a Paris Photo 2019   Paris Photo 2019 scatta il ritratto del contemporaneo Centinai di obiettivi celebri ed emergenti riflettono l’immagine del contemporaneo, più complessa, resistente e stimolante di cliché e consuetudini di Simona Marani 08/11/2019 TIM WALKER, MARION COTILLARD, FASHION DIOR HAUTE COUTURE. PARIS, 2012, ARCHIVAL PIGMENT PRINT ON HARMAN PHOTO GLOSS… Continue reading

L’East Side Gallery di Günther Schaefer, la gentrificazione e la nuova Stasi – il Mitte

Sorgente: L’East Side Gallery di Günther Schaefer, la gentrificazione e la nuova Stasi – il Mitte   Ristorante tipico tedesco nel quartiere di Berlino Weißensee (mi risulta che adesso abbia chiuso i battenti). L’East Side Gallery di Günther Schaefer, la gentrificazione e la nuova Stasi di Lorenzo Barsotti Si parla del 3… Continue reading

Bauhaus Contemporary. Riflessioni fotografiche sul Bauhaus e i suoi rappresentanti ungheresi

Sorgente: Bauhaus Contemporary. Riflessioni fotografiche sul Bauhaus e i suoi rappresentanti ungheresi   sede: Accademia d’Ungheria in Roma – Palazzo Falconieri (Roma). cura: Krisztina Löbl. Nel 2019 sono numerose in tutto il mondo le celebrazioni culturali previste per il centenario della Scuola del Bauhaus nonché del movimento artistico ad essa legato, la… Continue reading

Paris Photo 2019: il programma | Artribune

Sorgente: Paris Photo 2019: il programma | Artribune Paris Photo 2019: tutte le anticipazioni della fiera francese dedicata alla fotografia TORNA AL GRAND PALAIS LA PIÙ FAMOSA FIERA DEDICATA ALLA FOTOGRAFIA ALLA SUA XXIII EDIZIONE. 157 GALLERIE, 33 NEW ENTRIES E UN FOCUS SUI TALENTI EMERGENTI. ECCO COSA ACCADRÀ A… Continue reading

Ad Artissima con lo sguardo del connoisseur

Torino. Artissima ogni anno si porta dietro questa ventata di novità, quest’aria novembrina frizzante, i primi freddi che vanno a braccetto con il tartufo, aspettando il bollito. Quando uno ci entra si chiede se Torino è questa tutto l’anno, Cristiano Ronaldo a parte che è effettivamente «lui» per tutti i… Continue reading

Med Photo Fest 2019: Lectio Magistralis di Ferdinando Scianna | Sprea Fotografia

Sorgente: Med Photo Fest 2019: Lectio Magistralis di Ferdinando Scianna | Sprea Fotografia Med Photo Fest 2019: Lectio Magistralis di Ferdinando Scianna Med Photo Fest 2019 fa tappa a Modica.  Un appuntamento da non perdere per  per gli amanti della fotografia d’autore. Med Photo Fest 2019  è la più ricca e importante rassegna… Continue reading

Ashish Gupta – Jatin Khandelwal. Due giovani generazioni indiane a confronto

Mercoledì 13 Novembre 2019 – Giovedì 28 Novembre 2019

Ashish Gupta – Jatin Khandelwal. Due giovani generazioni indiane a confronto
sede: Galleria Francesco Zanuso (Milano).
cura: Caterina Corni.

Ashish Gupta - Jatin Khandelwal. Due giovani generazioni indiane a confronto

La rassegna presenta in circa quaranta opere il dialogo tra le immagini del fotoreporter Ashish Gupta, classe 1981, realizzate tra il 2002 e il 2015, e le fotografie tutte scattate quest’anno appositamente per l’esposizione da Jatin Khandelwal, studente della Facoltà di Fotografia della Symbiosis University di Pune, appena ventunenne.

Due giovani generazioni a confronto, due punti di vista, due modi di sentire e di raccontare l’India e la sua magica unicità, che persiste fin dai tempi antichi. Un Paese dalle contraddizioni forti quanto i suoi accesi e armonici colori e gli intensi profumi delle sue spezie, dove la dimensione spirituale, del rito e della preghiera, si intreccia profondamente alla vita quotidiana.
Entrambi i fotografi offrono uno spaccato del proprio Paese e dei suoi caratteristici abitanti; infatti il percorso espositivo si snoda da Mumbai a Kolhapur, da Vrindavan a Jejuri, dalla Spiti Valley al Rajasthan, per restituire momenti del quotidiano: una donna al lavoro davanti ad un enorme cartellone pubblicitario tipicamente occidentale, come nello scatto di Gupta A women labour works during a road work in Andheri (Mumbai, 2004), oppure un momento di rito come in Bid adieu to Ganesh Idols on the 10th day of Ganpati immersion (Kolhapur, 2013) sempre di Ashish, fino a un pasto comunitario di monaci nell’estremo nord in Evening meal (Spiti, 2019) di Khandelwal, oppure l’istantanea The desert festival (Rajasthan, 2019) che immortala un momento di festa in pieno deserto, ancora di Jatin.
Questa è l’India, come rivela la curatrice, ritratta dall’occhio del fotografo che “si insinua nelle strade di villaggi sperduti, tra la nebbia che sale dai fiumi, nei volti e negli atteggiamenti delle persone”. E se da un lato Gupta concepisce, sintetizza e imprigiona momenti tra l’oggettività e l’intimismo, grazie ad una profonda conoscenza antropologica del suo Paese, dall’altra i ritratti di Khandelwal sono un’intensa e vibrante alchimia di sguardi e forme, di volti e colori, persone e luoghi, tratti dal vissuto quotidiano dell’artista.
L’uno, Ashish Gupta, rende così evidente lo spirito umano che traspare in ogni immagine, l’altro, Jatin Khandelwal, nel restituire la vita dei villaggi indiani, tenta di costruire un nuovo linguaggio iconografico, se pur in continua evoluzione.

Ashish Gupta nasce in India nel 1981 e si accosta al fotogiornalismo a soli 16 anni. Tra i più giovani fotoreporter della sua generazione, si esprime cogliendo momenti del quotidiano e della vita di strada, specializzandosi nel documentare eventi particolarmente estremi, come esplosioni di bombe, alluvioni, crimini, oltre ad avvenimenti politici ed economici. Consegue il suo primo riconoscimento a livello internazionale nel 2002 nell’ambito di un contest fotografico promosso dal Museo delle arti fotografiche di Kiyosato (Giappone); da allora viene insignito di altri numerosi premi a livello nazionale e locale. Attualmente lavora come fotoreporter speciale per l’importante testata “The Times of India” e vanta collaborazioni con altri importanti quotidiani, come “The Indian Express” e “The Asian Age”. In questo periodo sta lavorando ad un reportage fotografico sull’estrazione di sabbia nel Bihar.

Jatin Khandelwal nasce nel 1998 a Brijnagar, piccola cittadina del Rajasthan, in India, e attualmente sta terminando l’ultimo anno di studi in fotografia alla Symbiosis University di Pune. Studente dotato, al termine del ciclo secondario inferiore viene indirizzato dai genitori verso un percorso tecnico-ingegneristico; tuttavia, cresciuto osservando ciò che lo circondava e da sempre affascinato dall’esplorazione dell’esteriorità e dell’interiorità della condizione umana, sceglie la fotografia quale efficace strumento per mostrare la sua visione del mondo, attraverso un filtro creativo. Durante il percorso di studi vince diversi concorsi fotografici ed ottiene numerosi riconoscimenti. In costante ricerca di nuove opportunità di crescita e perfezionamento, tiene la sua prima mostra alla Galleria Francesco Zanuso di Milano.

Ufficio Stampa: IBC Irma Bianchi Communication
Inaugurazione mercoledì 13 novembre ore 18-21